Epistolario  |  Indici  |  Cerca nell'epistolario    

< <

Lettera di Lombroso ad Ascoli in cui lo invita, in nome del Rettore, a trasferirsi all'Università di Pavia


Segnatura
Fondo Ascoli, 142/31

Istituto di conservazione
Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei, Roma

Luogo e data
Pavia, 10/03/1875

Note alla datazione
Il tentativo di persuadere Ascoli a lasciare la cattedra milanese per l'Università di Pavia risale al marzo 1875, come si desume dalla minuta di lettera di Ascoli a destinatario ignoto, Milano 18 marzo 1875, Fondo Ascoli 142/37, Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei, Roma
Mittenti
Lombroso, Cesare

Destinatari
Ascoli, Graziadio Isaia (Linguista e glottologo goriziano)

Citati
Brugnatelli, Tullio (Chimico lombardo, rettore dell'Università di Pavia)
Cairoli
Del Giudice, Pasquale (Giurista e storico del diritto, docente a Pavia)
Vidari, Ercole (Giurista e docente all'Università di Pavia)

Consistenza
1 foglio

Lingua
Italiano

Contenuto
Lombroso prega Ascoli in nome del Rettore di "[volergli] saper dire - se ed a quali condizioni [avrebbe accettato] di venire a dettare" all'Università di Pavia. Lo prega di rispondergli entro domenica mattina, prospettandogli il favore del corpo accademico. "Se non volesse rispondere a me ne scriva direttamente al Rettore che si volse da me solo perché mi crede (e spero sia così) più strettamente legato a lei"

Note
Per gentile concessione della Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei, Roma
Immagine 1 di 2   [vedi con zoom abilitato]  [gallery]
inizio            fine